Cerca
  • Aldo Lucarelli

Concorso Straordinario Farmacie, nuove aperture, vecchie questioni.

Aggiornato il: mar 17

La Regione Lazio annulla il 6° interpello!

La Regione Lazio si era attivata per il 6° interpello nel mese di febbraio 2021, così da cercare di completare le assegnazioni più difficili rimaste senza vincitori a causa di decadenze o rinunce delle originarie 285 sedi disponibili.


Cammino arduo visto che la selezione telematica è stata annullata subito dopo, in data 6 marzo '21 al fine di procedere all’aggiornamento dell’elenco delle sedi farmaceutiche disponibili per l’assegnazione, considerato che le sedi sub iudice dovevano, necessariamente, essere espunte dall’elenco di quelle disponibili per l’assegnazione.


La Regione Abruzzo a Gennaio 2021, ha avviato il 2° interpello per l'assegnazione delle oltre 64 sedi ancora disponibili dopo il lungo travaglio del 1° interpello che ha visto l'apertura si solo 21 delle 85 sedi disponibili.


Il lungo cammino del concorso farmacie bandito nell'anno 2012, (DL 24.01.2012) continua inesorabile tra mille difficoltà interpretative prima, ed operative poi, soprattutto per quelle associazioni di giovani – oggi un po' meno giovani – candidati dottori farmacisti che poche speranze di aggiudicazione riponevano nell'esito delle graduatorie vecchia ormai di 9 anni e che invece oggi risultano assegnatari vincitori.



C'è già chi paventa il limite del valore dei 6 anni delle graduatorie regionali, ma ritengo che sarà necessario attendere l'esito delle sedi optate, ed attendere che le Regioni effettuino la ricognizione delle sedi rimaste senza titolare assegnatario, problematica importante ma rimandata.


Vero poi che alcuni piccoli Comuni, a volte anche difficilmente raggiungibili, hanno richiesto una sede nel lontano 2012 ma che la stessa sede non venga scelta per l'effettiva impossibilità di funzionamento, nel senso atecnico del termine, ovvero il bacino di utenza risulti troppo esiguo per far fronte alle spese di apertura ed esercizio di una farmacia. Un problema questo che unitamente a quello della carenza dei locali idonei, si sta rilevando “letale” per le sedi di farmacie in piccoli Comuni, o per aree eccessivamente decentrate, o zone urbane prive di bacino di utenza in quanto di solo transito.


Rimane infatti il nodo della “mappa” delle nuove farmacie, i Comuni spesso hanno richiesto l'apertura sulla base del solo calcolo demografico matematico semplice senza “mappare” il bacino di utenza effettivo in relazione alla topografie del territorio.


E' il caso di quei Comuni suddivisi su una vasta area geografica scarsamente popolata, o popolata solo in alcuni periodi dell'anno, si pensi ai comuni di montagna o alle zone di mare, anche ai Comuni suddivisi in zone basse e zone alte.


E' bene, in tali territori è sorto il problema dell'ubicazione in relazione alla possibilità di sopravvivenza della neo istituita sede, problema da ricondurre sia alla pianta organica perlomeno sotto il profilo “organizzativo”, che al nodo tecnico ma anche politico per il territorio di riferimento. Una questione articolata che impone un tavolo di confronto tra amministrazioni, farmacie esistenti e neo istituite o da istituire.


Senza dimenticare che l'Italia è affetta da un evidente calo demografico, (come riportato dagli organi di stampa Il Fatto Quotidiano del 13.07.20) a volte così marcato da aver intaccato le soglie di apertura delle sedi; Ci si riferisce a quei piccoli Comuni ove la 2a sede è scattata con il nuovo conteggio di 4950 abitanti e che oggi si ritrovano meno abitanti di quelli sufficienti per l'apertura delle sede ancora da assegnare. Un tema delicato che sembra aver trovato comunque una risposta confortante e positiva da parte del Consiglio di Stato.


Quindi tra vecchi problemi di compatibilità per la pluralità delle sedi e di candidati, e nuovi problemi organizzativi di carattere operativo il concorso straordinario nazionale prosegue, lasciando le ardue sfide operative ai neo vincitori assegnatari, pionieri nell'affrontare problematiche inimmaginabili al momento di partecipazione al concorso.


Se necessiti di consulenza contattaci, anche per raccontarci la tua esperienza.


Ti può interessare:


- Le problematiche dell'associazione di candidati.


Avv. Aldo Lucarelli








Concorso Straordinario Farmacie 
Farmacie 
Ricorso Concorso 
Assistenza Apertura Sede
avv. Aldo Lucarelli

518 visualizzazioni0 commenti