Cerca
  • Aldo Lucarelli

Recupero Crediti Esteri in Italia: Cosa fare se il debitore nega i rapporti con il creditore?


Crediti da recuperare in Italia dall'estero, quale strada percorrere.


Ove l'imprenditore abbia un credito che risulti dalle proprie scritture contabili, ad esempio, fatture, partitari, registri iva, e questo credito risulta contestato dal debitore, solo per ritardare il pagamento, sarà possibile ricorrere al giudice ed utilizzare le proprie scritture contabili, anche solo quali elementi indiziari.


E' questo il succo della ricostruzione operata dalla Cassazione secondo cui le disposizioni degli artt. 2709 e 2710 c.c., (in tema di scritture contabili) le quali regolano l’efficacia probatoria delle scritture contabili contro l’imprenditore e nei rapporti tra imprenditori, non precludono al giudice la possibilità di trarre dai libri contabili di una delle parti, regolarmente tenuti, elementi indiziari atti a concretare, in concorso con altre risultanze, una valida prova per presunzione anche a favore dell’imprenditore che i libri stessi ha prodotto in giudizio. (Cass. 9968/2016).


Con queste argomentazioni è possibile avviare una controversia di recupero crediti anche nei casi più difficili, ove i rapporti tra le parti non sono stati perfettamente provati.

Da qui la necessità di avere una contabilità coerente ed ordinata, che potrà essere utilizzata come prova unilaterale contro il debitore.


Questa la nostra esperienza già utilizzata per recuperare difficili crediti di società estera anche extra UE in Italia contro debitore Italiano, che abusando di una posizione di vantaggio sul territorio tentava di sottrarsi ai pagamenti dovuti alla società straniera.


Se anche tu hai una vicenda da raccontare o affrontare, non esitare a contattarci.





Società Estera
Recupero Crediti
Crediti extra UE
Avv. Aldo Lucarelli

132 visualizzazioni0 commenti